Fondazione Insieme Per La Vista

News

Le vitamine sono un’ottima prevenzione nella perdita di visione causata dalla degenerazione maculare senile a patto che vengano assunte in modo corretto. Lo rivela uno studio effettuato al Wilmer Eye Institute, presso la John Hopkins University School of Medicine. Si è scoperto che solo il 40% dei pazienti affetti da dms- esaminati durante la ricerca- assumeva le vitamine nel giusto dosaggio. Negli altri casi le vitamine non venivano prese del tutto oppure erano assunte in dosi troppo elevate. In alcuni casi invece venivano prese inutilmente poichè il tipo di degenerazione di cui erano affetti i pazienti non poteva migliorare in nessun caso.

Il nuovo Centro australiano di ricerca in ambito oculistico (Centre for Eye Research) rivela che il costo del glaucoma più che raddoppierà nei prossimi venti anni. Infatti un report recentemente diffuso dal centro ha evidenziato che in Australia i costi sanitari per la gestione dei pazienti con glaucoma è stato nel 2005 di 1.9 miliardi di dollari e si prevede che raggiungano i 4.3 miliardi di dollari nel 2025, se non subentrano modifiche sostanziali alle attuali terapie.

La caffeina potrebbe aumentare il rischio di glaucoma primario ad angolo aperto nei pazienti con familiarità. In generale l’assunzione di caffeina non sembra sia associata ad un aumento di rischio nel glaucoma primario ad angolo aperto, ma la caffeina potrebbe aumentare il rischio nei pazienti con una familiarità alla patologia. Questo suggerisce uno studio svolto da alcuni ricercatori di Boston. Ulteriori approfondimenti sono a questo punto necessari per giungere a conclusioni più certe.

A Montreal alcuni ricercatori hanno identificato una possibile causa che determina la forma secca di degenerazione maculare senile. E’ una scoperta che può favorire presto lo sviluppo di nuove terapie.

La tripla terapia sembra una possibile alternativa per i pazienti con degenerazione maculare senile che non rispondono agli anti- angiogenetici (VEGF) infatti sembra possa stabilizzare la visione e ridurre il numero di ritrattamenti, questo secondo un poster presentato durante il Meeting Annuale dell’American Society of Retina Specialists.

Il gene del glaucoma scoperto da ricercatori dell’Università dell’Iowa, negli Stati Uniti. Il gene sFRP1 gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo del glaucoma. I ricercatori dell’Università dell’Iowa hanno scoperto che un sovra-espressione del gene aumenta la pressione del fluido negli occhi. Gli effetti di un eccesso della proteina sFRP1 sono stati testati su topi e su occhi di donatori dai ricercatori e i risultati sono stati pubblicati di recente sul Journal of Clinical Investigation.

6 Marzo 2008 Per Vedere Fatti Vedere Onlus aderisce alla Campagna Non più di 20 per il 2020! Per la prima volta al mondo il 6 Marzo si celebra la Giornata Mondiale del Glaucoma in contemporanea in 34 Paesi, tra cui l’Italia, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sugli effetti devastanti di questa malattia, definita “il ladro silenzioso della vista”. Si ritiene che al momento, a livello mondiale, la metà dei malati di glaucoma non sappia di averlo.

Tre alimenti aiutano a prevenire la cataratta: secondo uno studio realizzato a Boston e pubblicato nel numero di gennaio della rivista americana Archives of Ophthalmology gli antiossidanti come la luteina, la zeaxantina e la vitamina E aiutano nella prevenzione della cataratta…

[<<] [<] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25